Passa ai contenuti principali

DAL PROFONDO DEGLI ABISSI: parte 1

Signori e signore, direttamente dai fondali marini, e soprattutto dal sito del National geographic, in questo e nei porssimi post, ecco a voi una serie di immagini che ritraggono alcune specie animali, in alcuni case del tutto strane nella forma e nei colori, scoperte di recente da equipe di scienziati.
Vedete l'immagine sotto? Vi piace? chi di noi non vorrebbe avere questa deliziosa creatura nel proprio acquario di casa.
Si chiama  Enypniastes ed è stata avvistata durante un esplorazione avvenuta nel 2009 nelle profondità del golfo del Messico (per la precisione ad una profondità di circa 1,7 miglia, che per chi non lo sapesse equivalgono a circa 2,5 km di profondità).
Lo strano invertebrato, si muove in avanti grazie ai suoi molti tentacoli, ad una velocità di circa 0,9 pollici al minuto.


Sempre dalle profondità dell'oceano ecco un altro curioso organismo (trasparent-headed fish).
Ha la testa completamente trasparente. Il pesce, scoperto vivo nelle acque profonde al largo della costa centrale della California dal Monterey Bay Aquarium Research Institute (MBARI), è il primo esemplare del suo genere ad essere stato trovato con la sua cupola morbida trasparente intatta.
(vedi foto sotto). Photograph courtesy Monterey Bay Aquarium Research Institute

Di seguito un video

Commenti

Post popolari in questo blog

IL POTENZIALE IDRICO NELLE CELLULE VEGETALI E NEL TERRENO.

Le piante hanno bisogno di una ingente quantità d'acqua per sopravvivere, solo che di tutta l'acqua che esse assorbono dal terreno, la stragrande maggioranza viene rilasciata nell'atmosfera sottoforma di vapor acqueo a causa di un processo noto come traspirazione ; di conseguenza le piante devono continuamente rimpiazzare l'acqua che perdono con altra che assorbono dal terreno. Ciò causa la formazione di un continuo flusso di acqua che va dal terreno all'atmosfera noto come continuum suolo-pianta-atmosfera . La traslocazione dell'acqua nel sistema suolo-pianta-atmosfera, si basa su differenze di potenziale idrico entro e fra queste tre componenti.

FATTORI ECOLOGICI: relazioni tra organismi e ambiente fattori limitanti e nicchia ecologica.

Il successo di un organismo in un determinato ambiente dipende dalla armonica interazione di vari fattori ecologici. Col termine fattore ecologico  indichiamo qualsiasi componente chimica, fisica, biologica, che può influire sul modo di vivere di un organismo, sulle sue capacità di sfruttare le risorse. L'insieme di fattori ecologici può essere suddiviso in modo un pò arbitrario in due grandi famiglie: fattori biotici e fattori abiotici. I primi sono rappresentati dalle interazioni intraspecifiche (competizione) e interspecifiche ( predazione , simbiosi mutualistica , parassitismo ecc...). Le seconde, sono fattori come il clima, la luce, le caratteristiche chimico-fisiche del suolo ecc...

DECOMPOSIZIONE DELLA MATERIA ORGANICA.

La disponibilità di nutrienti in un suolo può influenzare la produttività primaria , ma quale processo è coinvolto principalmente nel determinare la presenza dei nutrienti in un suolo? Un ruolo di fondamentale importanza è svolto dalla decomposizione. Per fare un paragone se con il processo fotosintetico si assiste alla sintesi di composti organici con la decomposizione si determina un rilascio di composti inorganici, se con la fotosintesi assistiamo ad una fissazione e trasformazione dell'energia solare in energia chimica di legame con la decomposizione abbiamo rilascio di energia nell'ambiente. Un ruolo primario nei processi di decomposizione della materia organica lo svolgono gli organismi del suolo.