Passa ai contenuti principali

PROGESTERONE NELLE PIANTE.

Nella constatazione che capovolge la saggezza convenzionale, gli scienziati stanno segnalando la prima scoperta del progesterone, ormone sessuale femminile, in una pianta. Fino ad ora, gli scienziati pensavano che solo gli animali potessero avere il progesterone. Il prgesterone lo ricordiamo è un ormone steroideo, secreto dalle ovaie, che svolge un ruolo importante nel preparare l'utero alla gravidanza.  La scoperta è riportata nel journal of Natural Products.
"L'importanza della identificazione inequivocabile del progesterone non può essere sopravvalutata, mentre il ruolo biologico del progesterone è stato ampiamente studiato nei mammiferi, la ragione della sua presenza nelle piante è meno evidente".
I ricercatori ipotizzano che il progesterone, come gli altri ormoni steroidei, potrebbe essere un bioregolatore antico che si è evoluto miliardi di anni fa, prima della comparsa dei moderne piante e degli animali.
La nuova scoperta potrebbe cambiare la comprensione scientifica dell'evoluzione e della funzione del progesterone negli esseri viventi.
Gli scienziati avevano già precedentemente individuato sostanze progesterone-simili  nelle piante e ipotizzato che l'ormone poteva esistere anche nei vegetali.
Ma i ricercatori non hanno trovato l'ormone reale nelle piante fino ad ora. Pauli e colleghi hanno utilizzato due tecniche di laboratorio potenti, risonanza magnetica nucleare e la spettroscopia di massa, per rilevare il progesterone nelle foglie di noce comune.
Essi hanno inoltre individuato cinque nuovi, progesterone-steroidi legati in una pianta appartenente alla famiglia ranuncolo.

Commenti

Post popolari in questo blog

IL POTENZIALE IDRICO NELLE CELLULE VEGETALI E NEL TERRENO.

Le piante hanno bisogno di una ingente quantità d'acqua per sopravvivere, solo che di tutta l'acqua che esse assorbono dal terreno, la stragrande maggioranza viene rilasciata nell'atmosfera sottoforma di vapor acqueo a causa di un processo noto come traspirazione ; di conseguenza le piante devono continuamente rimpiazzare l'acqua che perdono con altra che assorbono dal terreno. Ciò causa la formazione di un continuo flusso di acqua che va dal terreno all'atmosfera noto come continuum suolo-pianta-atmosfera . La traslocazione dell'acqua nel sistema suolo-pianta-atmosfera, si basa su differenze di potenziale idrico entro e fra queste tre componenti.

FATTORI ECOLOGICI: relazioni tra organismi e ambiente fattori limitanti e nicchia ecologica.

Il successo di un organismo in un determinato ambiente dipende dalla armonica interazione di vari fattori ecologici. Col termine fattore ecologico  indichiamo qualsiasi componente chimica, fisica, biologica, che può influire sul modo di vivere di un organismo, sulle sue capacità di sfruttare le risorse. L'insieme di fattori ecologici può essere suddiviso in modo un pò arbitrario in due grandi famiglie: fattori biotici e fattori abiotici. I primi sono rappresentati dalle interazioni intraspecifiche (competizione) e interspecifiche ( predazione , simbiosi mutualistica , parassitismo ecc...). Le seconde, sono fattori come il clima, la luce, le caratteristiche chimico-fisiche del suolo ecc...

DECOMPOSIZIONE DELLA MATERIA ORGANICA.

La disponibilità di nutrienti in un suolo può influenzare la produttività primaria , ma quale processo è coinvolto principalmente nel determinare la presenza dei nutrienti in un suolo? Un ruolo di fondamentale importanza è svolto dalla decomposizione. Per fare un paragone se con il processo fotosintetico si assiste alla sintesi di composti organici con la decomposizione si determina un rilascio di composti inorganici, se con la fotosintesi assistiamo ad una fissazione e trasformazione dell'energia solare in energia chimica di legame con la decomposizione abbiamo rilascio di energia nell'ambiente. Un ruolo primario nei processi di decomposizione della materia organica lo svolgono gli organismi del suolo.