Passa ai contenuti principali

LE RANE PIU' PICCOLE DEL MONDO TROVATE IN NUOVA GUINEA.


Un ricercatore; Fred Klaus, ha tovato quelle che sembrano essere le rane più piccole del mondo, nel sud est della nuova guinea. Le rane appartengono al genere Paedophyrne, le cui specie sono estremamente piccole. Gli adulti delle nuove due specie chiamate P.dekot e P.verrucosa, (8-9 mm di lunghezza) le rendono anche i più piccoli tetrapodi del pianeta (non pesci vertebrati). La scoperta è stata pubblicata sulla rivista ad accesso libero Zookeys.
Ricerche precedenti portate avanti sempre da Klaus avevano portato alla scoperta nel 2002 di altre rane del genere Paedophyrne, ma il genere non era stato formalmente descritto fino allo scorso anno. Le specie però descritte l'anno precedente sempre su zookeys avevano dimensioni leggermente maggiori, 10 mm rispetto a queste ultime.
Le rane "miniaturizzate" sono presenti in tutto il mondo, in particolar modo sembrano essere presenti in gran numero in Nuova Guinea, dove in almeno sette generi si riscontrano rane di dimensioni notevolmente ridotte. Il genere Paedophynrne risulta avere solo componenti di piccolissime dimensioni. Le quattro specie conosciute si trovano tutte in Nuova Guinea.
I membri di questa specie sembrano aver ridotto le loro dimensioni in conseguenza ad un migliore adattamento all'ambiente nel quale vivono. Si nascondono principalmente tra muschi e foglie. Anche il numero di uova, insieme alle dimensioni di questi organismi, sembra essersi ridotto, sembra infatti che non depongano più di due uova alla volta. Ovviamente anche queste ultime sono molto piccole.
L'articolo originale lo trovate qui: ZOOKEYS

Commenti

Post popolari in questo blog

IL POTENZIALE IDRICO NELLE CELLULE VEGETALI E NEL TERRENO.

Le piante hanno bisogno di una ingente quantità d'acqua per sopravvivere, solo che di tutta l'acqua che esse assorbono dal terreno, la stragrande maggioranza viene rilasciata nell'atmosfera sottoforma di vapor acqueo a causa di un processo noto come traspirazione ; di conseguenza le piante devono continuamente rimpiazzare l'acqua che perdono con altra che assorbono dal terreno. Ciò causa la formazione di un continuo flusso di acqua che va dal terreno all'atmosfera noto come continuum suolo-pianta-atmosfera . La traslocazione dell'acqua nel sistema suolo-pianta-atmosfera, si basa su differenze di potenziale idrico entro e fra queste tre componenti.

FATTORI ECOLOGICI: relazioni tra organismi e ambiente fattori limitanti e nicchia ecologica.

Il successo di un organismo in un determinato ambiente dipende dalla armonica interazione di vari fattori ecologici. Col termine fattore ecologico  indichiamo qualsiasi componente chimica, fisica, biologica, che può influire sul modo di vivere di un organismo, sulle sue capacità di sfruttare le risorse. L'insieme di fattori ecologici può essere suddiviso in modo un pò arbitrario in due grandi famiglie: fattori biotici e fattori abiotici. I primi sono rappresentati dalle interazioni intraspecifiche (competizione) e interspecifiche ( predazione , simbiosi mutualistica , parassitismo ecc...). Le seconde, sono fattori come il clima, la luce, le caratteristiche chimico-fisiche del suolo ecc...

DECOMPOSIZIONE DELLA MATERIA ORGANICA.

La disponibilità di nutrienti in un suolo può influenzare la produttività primaria , ma quale processo è coinvolto principalmente nel determinare la presenza dei nutrienti in un suolo? Un ruolo di fondamentale importanza è svolto dalla decomposizione. Per fare un paragone se con il processo fotosintetico si assiste alla sintesi di composti organici con la decomposizione si determina un rilascio di composti inorganici, se con la fotosintesi assistiamo ad una fissazione e trasformazione dell'energia solare in energia chimica di legame con la decomposizione abbiamo rilascio di energia nell'ambiente. Un ruolo primario nei processi di decomposizione della materia organica lo svolgono gli organismi del suolo.